18 Agosto 2019
la storia di Nodica
percorso: Home

la storia di Nodica

Nodica nei secoli...
´R paese ´un´è grande, è piccino, ciò fatto ´aso...
Geograficamente par che sia d´una mosca un caatino...

Dino Baglini descrisse così Nodica nel suo libro "Robba Loale". Era il 1949.
La storia di Nodica è solo recente. Nodica è sempre stato un paese di frontiera. La pianura di natura alluvionale dove è adagiata Nodica, è stata formata grazie all´apporto del suo fiume: il Serchio. Il Serchio che prima girava dietro il Monte Pisano e finiva per confluire in Arno, qualche migliaio di anni fa ruppe Ripafratta ( il nome è una garanzia...) e cominciò a riversarsi verso Pisa fino a formare l´attuale pianura.
Una targa scolpita, meglio, un´epigrafe, è murata nel campanile risalente al 1320 Stile Pisano e sopravvissuta al terremoto del 1846 quando andò distrutta l´originale chiesina medioevale, pochi anni dopo sostituita da quella attuale.
Nodica nel medioevo si trovava sotto il dominio pisano. Giovanni Colonna, alleato dei Lucchesi, nel 1397 la devastò insieme a Filettole, Vecchiano e Malaventre distruggendo anche tutti i raccolti.
Dal Repetti apprendiamo della Bastia di Nodica che doveva essere ubicata in fondo a via Colombo , nel 1430 fu occupata dai Fiorentini e persa per mano del lombardo Niccolò Piccinini durante una delle tante guerre con Lucca. Dopo averla riconquistata l´anno successivo, la rasero al suolo.
Nel ´600, oltre al campanile e a poche case rurali, esistevano un convento di suore (attuale casa Sodini) e uno di frati (prime case di via Colombo). L´unica abitazione civile era quella di un orefice pisano, certo Domenico Rossignoli. Tutte gli altri erano fabbricati rurali, case coloniche.
Nel 1551 a Nodica si contavano 244 abitanti. Erano scesi a 236 nel 1745. Bisogna aspettare la metà del diciannovesimo secolo per contarne 772. (Continua)

Chi avesse notizie e vuol collaborare alla completezza dell´informazione, può inviarne x mail a info@nodica.it
Grazie


guarda la fotogallery "" >>

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]